Wikipedia chiude?

logo wikipediaSe in queste ore provate a collegarvi sul sito di Wikipedia in lingua italiana, sulla sua home page compare un comunicato stampa firmato a nome degli “utenti di Wikipedia”, in cui si annuncia la sospensione del consueto servizio d’informazione: provando ad inserire un qualsiasi termine nel famoso search box, dal più banale al più impegnativo, il risultato che il sito restituisce è sempre lo stesso: il comunicato stampa.

Di fatto, le pagine cercate esistono ancora e per adesso sono solo nascoste, ma, come viene prospettato nel comunicato, il rischio che fra poco si sia costretti a cancellarle è  davvero concreto, se verrà approvata la proposta di riforma legislativa (il cosiddetto DDL intercettazioni), che il Parlamento italiano sta discutendo in questi giorni: esso prevede l’obbligo per tutti i siti web di pubblicare, entro 48 ore dalla richiesta e senza alcun commento, una rettifica su qualsiasi contenuto che il richiedente (e non un giudice terzo ed imparziale) giudichi lesivo della propria immagine.

Ed ecco allora che il popolo del Web insorge e si mobilita attraverso i suoi canali social più famosi, in difesa del diritto d’informazione, per esempio con la creazione di gruppi, pagine fan ed eventi su Facebook (Io sto con Wikipedia, Salviamo Wikipedia!!!!), o la pubblicazione di domande sul tema su Yahoo Answer (Wikipedia e la “legge bavaglio”, che cosa ne pensate? oppure Quando riapre wikipedia?, ecc…), per stimolare la community al dibattito e tenere alta l’attenzione su una questione politica così spinosa e controversa…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...